DANZA E TERAPIA

curriculum
specializzazioni

video
corsi

Compagnia della Gaia Danza

gallery stages
gallery Gaia Danza
proposte
contatti
home

 


 

 

 

 
Calendario Incontri settembre 2017 - gennaio 2018

Giovedì   14 settembre
Giovedì   21 settembre

Giovedì   12 ottobre
Sabato   21 ottobre

Giovedì   16 novembre
Sabato   25 novembre

Giovedì   7 dicembre
Sabato   16 dicembre

Giovedì   11 gennaio
Sabato   20 gennaio

Gli incontri si svolgono presso:
presso Centro Yoga "Yoga & Tea"
Via Fanti, 12 - Torino
(zona Centro - Crocetta fermata metrò 'Vinzaglio' - Bus 33 58 58/ Tram 10)

Orario dei giovedì: 20,15 - 22,30
Orario dei sabati: 14,45 - 18,00

costi: Il costo dei 4 appuntamenti (9 ore di lezione) è di € 80 da pagarsi entro la seconda lezione

E' possibile pagare la lezione singola solo per chi viene a provare per la prima volta € 30 per il sabato (3h) o 20 € per il giovedì (2h)

Iscrizioni

Contattare Flora 339 8367736 E-mail: info@florasarzotti.it


Cosa portare
- Abbigliamento comodo e senza scritte
- Materassino sottile per esercizi
- Calze spesse, calzettoni o scarpette tipo jazz
- Coperta e/o cuscino da meditazione

Danze Sacre di Gurdjieff

La danza come terapia
“L’anima può esistere solo quando il corpo e la mente non sono più in conflitto, quando il corpo e la mente cooperano, quando corpo e mente sono profondamente in amore, in un abbraccio…questo è ciò che accade con la danza”. (Osho)

Il primo approccio alle Danze Sacre di Gurdjieff passa attraverso la danza libera, le danze folk di origine celtica, esercizi sull’ “ara”, esercizi di centratura e meditazioni di Osho.
Sfruttando le potenzialità della danza folk, si impara ad affinare l’orecchio all’ascolto, a coordinare il corpo alla musica, ad associare determinati cicli di movimenti a precise sequenze ritmiche.
Questa è una buona base per affrontare progressivamente le difficoltà che si presentano con le Danze di Gurdjieff, altamente strutturate e codificate.

Molte di queste danze provengono dall’Asia Centrale (rituali Sufi), dal Tibet (rituali buddisti), altre sono di sua creazione. Questi movimenti hanno una straordinaria capacità di risveglio della coscienza, conferendo maggiore centratura ed equilibrio tra la polarità maschile e femminile che c’è in ognuno di noi, un’occasione di sperimentazione della danza come canale di comunicazione tra l’ “esterno” e l’ “interno” e di percepire come attraverso di essa sia possibile individuare dei blocchi psicologici, degli squilibri emozionali, delle problematiche di relazione con il mondo esterno.
Frequentemente le difficoltà che si possono incontrare nell’esecuzione di semplici movimenti non derivano da un’incapacità reale, perché in tutti noi esiste una predisposizione di base a muovere il corpo su dei ritmi, quanto da un cattivo rapporto con il proprio corpo e dall’interferenza ossessiva della mente.

Le Danze Sacre costituiscono una grande sfida con noi stessi per arrivare ad una unità tra corpo, mente ed emozioni, superiore. E' un’opportunità, questa, non solo per entrare gradualmente nel magico mondo delle Danze Sacre ma anche per avvertire la sacralità della danza qualsiasi essa sia.


Chi era Gurdjieff ?

Nato nel 1878 ad Alessandropoli, in Russia, cristiano ortodosso, si convinse gradatamente che una conoscenza reale e profonda dell’uomo e della natura, esistita in altre epoche, doveva essere ritrovata.
Con la collaborazione di specialisti di diverse discipline (l’archeologia, la medicina, la linguistica…) formò il gruppo dei “Ricercatori della verità”. Trascorse la prima parte della vita in viaggi visitando diverse comunità del Medio Oriente, dell’Asia Centrale, dell’Africa e attraverso rigide discipline, giunse ad appropriarsi di insegnamenti e tecniche molto antiche.

Dopo quasi venti anni di viaggi ritornò in Russia e dedicò la sua vita a trasmettere le conoscenze che aveva lungamente interiorizzato. Gruppi di ricercatori si formarono intorno a lui a Mosca e a San Pietroburgo.
La Guerra e la Rivoluzione lo indussero a recarsi in Francia dove si stabilì a Fontainbleau e iniziò a scrivere una serie di opere; intorno al suo pensiero e ai suoi insegnamenti si formò una scuola che ebbe eco in tutto il mondo e che attrasse l’attenzione di numerosi artisti ed intellettuali le cui esistenze si trasformarono dopo aver incontrato questo maestro.

I Movimenti costituiscono parte integrante dell'insegnamento di Gurdjieff allo scopo di organizzare e sviluppare in modo equilibrato la vita degli individui secondo valori, obiettivi, pratiche, credenze specifici e ben definiti - un insieme cui ci si riferisce come "il lavoro".
L'utilizzo e lo sviluppo dell'attenzione, il fluire e l'armonizzazione delle energie rappresentano delle pratiche fondamentali nell'insegnamento di Gurdjieff.
Morì a Parigi nel 1949.

Flora Sarzotti
FLORA SARZOTTI si dedica alla danza dal 1984 approfondendo con gli
anni in particolare due generi di danza: quello delle danze folk dell’area nord-
ovest dell’Europa
e quello delle danze storiche cioè delle danze antiche dal sec. XV al sec. XIX.
Nel 1993 fonda a Torino un’associazione culturale chiamata “J. O’Leary” per
la promozione e la diffusione della musica e delle danze irlandesi; dal 1996
dirige un gruppo spettacolo che si è conquistato applausi e apprezzamenti in
Italia e all’estero presentando un repertorio sempre più vasto ed eterogeneo che va dalle danze irlandesi e francesi alle danze storiche eseguite rigorosamente in costume.

Dal 1991 inizia a dedicarsi alla danza come forma di meditazione. Nel 1994
scopre le Danze Sacre di Gurdjieff e inizia a praticarle assiduamente seguendo gli insegnamenti dei maestri James Tomarelli, Deborah Rose Longo, Avrom Altman prosecutori della scuola gurdjieffana del Sig. Bennett e Amyo Devienne.
Negli anni 2001- 2003 sotto la guida di Amyo Devienne (che è stata direttrice
della Scuola di Danza dell’Osho Multiuniversity di Poona -India) ha frequentato
dei corsi avanzati indirizzati agli insegnanti di queste danze.
Tiene regolarmente gruppi di danze di Gurdjieff che costituiscono un lavoro di
introspezione che si va ad aggiungere al ricco e ampio patrimonio delle danze
folk aprendo la via ad un modo di vivere la danza ancora più profondo e
trasformativo.

Movimenti di Gurdjieff
Chiunque desideri avere maggiori notizie e voglia provare questo tipo di lavoro, può mettersi in contatto per essere informato sulle modalità pratiche organizzative.
info